Sequenza dei vini a tavola

E’ consigliato procedere negli assaggi dal vino più leggero al più importante, ovvero partire da un Prosecco,
da un metodo classico per passare a bianchi leggeri, quindi a bianchi più strutturati, a rossi giovani e beverini
sino ad arrivare ai rossi importanti invecchiati.


Ecco la sequenza che in linea di massima deve essere seguita

 

  • Spumanti secchi (Charmat)
  • Spumanti secchi (Metodo classico)
  • Vini bianchi secchi giovani e fruttati
  • Vini bianchi secchi aromatici
  • Vini bianchi secchi maturi e strutturati
  • Rosati
  • Rossi novelli
  • Rossi mediamente invecchiati
  • Rossi molto maturi
  • Spumanti amabili, dolci
  • Passiti
  • Liquorosi

 

Powered by CMSimple